Comunità di ospitalità

comunità di ospitalità

Il progetto nasce nel 2014 dalla volontà di accompagnare il passaggio dei migranti forzati dall’accoglienza assistita all’autonomia abitativa. Per sostenere questa fase spesso non semplice, viene proposto ai rifugiati di essere inseriti in alloggi di semi-autonomia per proseguire il percorso di integrazione precedentemente avviato. Le sistemazioni, distribuite su tutto il territorio cittadino, sono messe a disposizione dalle congregazioni religiose, che collaborano con il Centro Astalli alla realizzazione del progetto, ospitando donne, uomini e famiglie. Per ogni utente viene elaborato un piano di accompagnamento individuale della durata di un anno. I destinatari, superando così l’ostacolo dell’accesso all’alloggio, hanno la possibilità di concentrarsi sul consolidamento del loro percorso di autonomia personale e lavorativa.

Per la buona riuscita dei percorsi di integrazione il progetto si avvale anche del supporto di volontari, disponibili a fare da facilitatori nei diversi aspetti del vivere in Italia che risultano nuovi o non immediatamente comprensibili per i migranti coinvolti. Quest’anno, inoltre, presso uno degli istituti religiosi è stato avviato un esperimento di vita in comune: in due appartamenti attigui sono stati accolti 4 uomini rifugiati e una giovane coppia italiana. Si è cercato così di favorire la conoscenza reciproca tra coetanei in un contesto di prossimità e di sperimentare una forma di convivenza replicabile.

Vista la grande richiesta di ospitalità da parte di uomini singoli, durante l’anno alcune congregazioni femminili, che in precedenza avevano ospitato famiglie, hanno risposto a tale necessità rendendosi disponibili a modificare la loro tipologia di accoglienza e ospitando dei giovani rifugiati.

Anche quest’anno il progetto europeo RICO – Rafforzare #Integrazione, Costruire #Ospitalità, realizzato in collaborazione con CRS Cooperativa Roma Solidarietà, ha permesso di sostenere economicamente diversi utenti, agevolando il raggiungimento dell’autonomia abitativa.

Statistiche 2018

Durante il 2018, 29 congregazioni hanno collaborato alla realizzazione del progetto ospitando in totale 143 persone.

Dove siamo

Via del Collegio Romano, 1 – 00186 Roma