Centro San Saba

San Saba – centro di accoglienza

09022016-DSC03913 (1)

Il Centro, attivo dal 1989 nel complesso della parrocchia di San Saba all’Aventino, ospita 20 uomini singoli richiedenti asilo o titolari di protezione internazionale e umanitaria, in convenzione con lo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Roma Capitale. L’équipe di operatori svolge attività di orientamento, accompagnamento e mediazione per ciascun ospite.

Oltre ai percorsi per l’apprendimento dell’italiano e per l’acquisizione di competenze professionali, nel 2018 sono stati attivati 5 tirocini formativi. La cooperazione con le agenzie interinali del territorio ha portato all’assunzione di 7 beneficiari. Quattro degli ospiti che hanno trovato un lavoro al momento dell’uscita dal centro sono stati inseriti nel progetto di semi-autonomia del Centro Astalli.

Grazie alla convenzione con le Università “La Sapienza” e “Tor Vergata”, un gruppo di laureandi volontari ha assicurato supporto individualizzato per lo studio dell’italiano e dell’inglese, nonché per la preparazione degli esami della licenza media e della patente di guida.

Inoltre nel 2018 è stato organizzato in via sperimentale un corso di promozione della salute. Medici specialistici ed esperti volontari hanno svolto attività di informazione, educazione e prevenzione, volte a offrire sia una conoscenza del Servizio Sanitario Nazionale, sia una formazione specifica per la cura e la tutela della salute.

Numerose sono state infine le attività di socializzazione realizzate con volontari e giovani gesuiti, come i tornei di calcetto, le visite culturali e le cene multietniche organizzate in parrocchia in occasione delle festività religiose.

Il 3 ottobre nei giardini di piazza Bernini con i rifugiati del centro e gli abitanti del quartiere si è celebrata la Giornata nazionale della Memoria e dell’Accoglienza. Simbolicamente è stata messa una pianta a dimora, con una targa, in una piccola area verde, che gli abitanti del quartiere con il Centro Astalli hanno voluto rendere Giardino della Memoria e dell’Accoglienza.

Statistiche 2018

Nel 2018 più della metà degli ospiti proveniva dall’Africa Occidentale (Gambia, Mali e Guinea). Delle 13 persone accolte da richiedenti asilo, 5 hanno ottenuto la protezione internazionale, gli altri otto hanno presentato ricorso.

testimonianze

Centrastalli: in una parola il mondo Una volta arrivati a Roma i rifugiati cercano sempre di capire dove possono ricevere […]