Centro Matteo Ricci

Centro diurno e centro di accoglienza

Foto: Lucrezia Lo Bianco

Foto: Lucrezia Lo Bianco

Il nuovo centro Matteo Ricci per l’accoglienza e l’integrazione è una struttura che il Centro Astalli dedica al sostegno dei percorsi di inclusione sociale e alla creazione di relazioni positive e costruttive tra rifugiati e comunità locale.

Inaugurato a febbraio 2019 alla presenza del Presidente della Repubblica, accoglie donne, sole o con bambini, titolari di protezione internazionale in convenzione con il SIPROIMI (Sistema di protezione per richiedenti asilo, rifugiati e minori stranieri non accompagnati).
Il Centro, adiacente alla mensa del Centro Astalli, nasce nei locali messi a disposizione dalla Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù, proprio negli spazi in cui è vissuto S. Ignazio, e poco distanti dalla Chiesa del Gesù, dove è sepolto Pedro Arrupe, fondatore del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati.

Le attività del centro diurno offrono ai migranti forzati, con una particolare attenzione ai più giovani e ai più vulnerabili, l’opportunità di acquisire nuove competenze spendibili nel mondo del lavoro, ma anche di stabilire relazioni sociali positive, che facilitino il loro inserimento nella società italiana. Grazie al progetto INTERCULTUR(A)CTION sono tante le attività organizzate: dal corso di informatica, a quello teorico per la patente di guida, fino ai laboratori musicali e a molto altro.

Il Centro diurno, da settembre 2019, ospita anche la scuola di italiano del Centro Astalli.