Ambulatorio

ambulatorio

L’ambulatorio è aperto nei locali e negli orari della mensa. Si tratta di un presidio sanitario di prima accoglienza, cui richiedenti asilo e rifugiati si rivolgono per ricevere cure mediche ma anche informazioni e orientamento sull’accesso al sistema sanitario pubblico. Il servizio è garantito ogni giorno grazie alla presenza di medici volontari che si alternano nelle due sale ambulatoriali dedicate alle visite sia di medicina di base che specialistica.

I medici dell’ambulatorio hanno competenze ed esperienza per gestire la relazione con un paziente migrante, non di rado provato dal viaggio o dalle difficoltà di vita in un Paese straniero. Sono abituati anche a visitare vittime di torture e violenze. Alla loro sensibilità e capacità si aggiunge l’indispensabile presenza dei mediatori linguistico-culturali, che hanno il compito di facilitare la relazione medico-paziente, spiegando in cosa consiste la visita e il significato di strumenti o azioni che spesso i migranti sperimentano per la prima volta. I mediatori diventano ben presto punti di riferimento per i tanti che tornano anche dopo l’iscrizione al servizio sanitario pubblico, per avere consigli o rassicurazioni su molti aspetti del quotidiano, non solo sanitari.

Nell’ambulatorio è attivo anche uno sportello farmaceutico che distribuisce medicinali da banco ai migranti che altrimenti non potrebbero permetterseli. Con il contributo del Banco Farmaceutico e le donazioni periodiche di farmacie, case farmaceutiche e ambulatori privati si riesce a far fronte ai bisogni dei tanti per cui anche un semplice antipiretico o analgesico può fare la differenza, soprattutto se si è costretti a vivere all’addiaccio o in ripari di fortuna.

È continuato durante il 2018 l’impegno del Centro Astalli nella promozione di politiche socio-sanitarie a favore dei migranti forzati nei tavoli istituzionali di cui fa parte. Rimane costante l’impegno nel GRIS (Gruppo Immigrazione e Salute) del Lazio, per la tutela della salute dei migranti anche a livello locale.

Statistiche 2018

Nel 2018 il numero di accessi all’ambulatorio è rimasto costante rispetto al 2017. L’Afghanistan si conferma la nazionalità prevalente, ma per la prima volta il Mali è altrettanto rappresentato.

Dove siamo

Via degli Astalli 14/a – 00186 Roma

Testimonianze

Una cura per il “mal d’esilio” Il Dottor Mario Casavecchia, anestesista e cardiologo, da nove anni è medico volontario presso […]