Naufragio nell’Egeo: 11 vittime. 3700 morti nel 2015

Nel tardo pomeriggio di ieri undici migranti, tra cui tre bambini, sono annegati dopo che la barca su cui cercavano di attraversare il mar Egeo si è capovolta; altri sette migranti sono stati tratti in salvo. Il naufragio è avvenuto mentre il gruppo tentava di raggiungere l’isola di Samos. Lo riferisce l’agenzia turca Anadolu che però non ha reso noto il numero totale di persone a bordo dell’imbarcazione.

Intanto L’Unhcr (Agenzia per i rifugiati delle Nazioni unite) e l’Oim (Organizzazione internazionali per le migrazioni) hanno diffuso i numeri sulle migrazioni del 2015. Nell’ultimo anno le persone che hanno perso la vita durante la traversata verso l’Europa o risultano disperse sono 3700, una media di dieci al giorno. In generale le vittime dei continui naufragi sono più che raddoppiate nel 2015 rispetto al 2014: da 1600 a oltre 3700.

Altro dato che fa riflettere è quello diffuso pochi giorni fa dalla Fondazione Migrantes per cui oltre 700 bambini  hanno perso la vita nelle acque del Mediterraneo dall’inizio dell’anno nel tentativo di raggiungere l’Europa.

23 dicembre 2015