In Italia nuove linee guida per la cura di migranti forzati vittime di tortura e violenza intenzionale

Il Centro Astalli esprime particolare soddisfazione per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 24 aprile 2017 delle Linee Guida per la programmazione dell’assistenza ai rifugiati vittime di tortura e violenza intenzionale, frutto di un approccio multidisciplinare, che speriamo introduca miglioramenti importanti per la cura e l’accompagnamento dei migranti forzati vittime di tortura e violenza intenzionale.

La disposizione di cui al D.Lgs n.18 del 21 Febbraio 2014, in attuazione della Direttiva 2011/95/UE, che ha modificato l’articolo 27, comma 1 bis del D.Lgs 2007, n.251, ha dato luogo a un provvedimento volto a fornire indicazioni sull’attuazione di interventi appropriati ed uniformi su tutto il territorio nazionale, attraverso percorsi per l’individuazione, la presa in carico ed il trattamento di vittime di violenza intenzionale e di tortura, in continuità tra il sistema di accoglienza per i rifugiati e il sistema di assistenza socio-sanitaria.

Hanno partecipato alla formulazione di questo importante testo molte organizzazioni ed enti di tutela tra cui UNHCR, Medici contro la Tortura, ASGI, Centro Astalli, Consiglio Italiano per i Rifugiati, oltre ad enti pubblici e istituzioni locali.

 Il testo in Gazzetta Ufficiale

26 aprile 2017