Giornata del migrante e del rifugiato: oltre la paura e l’indifferenza

In occasione della presentazione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2016 che si svolgerà il prossimo 17 gennaio, la fondazione Migrantes nella conferenza stampa di oggi ha illustrato tutte le iniziative in programma. Il tema centrale di quest’anno sarà: “Migranti e rifugiati ci interpellano. La risposta del Vangelo della misericordia”.

Nel suo intervento iniziale il direttore generale della Fondazione, mons. Gian Carlo Perego ha sottolineato come “la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2016 cade in un momento particolare per  la situazione delle migrazioni economiche e forzate in Europa e in Italia.[...]; il Messaggio del Papa, quest’anno, risulta essere una traccia, un percorso di lettura del fenomeno migratorio, anche alla luce del Giubileo della misericordia.”

Punti fondamentali dell’intervento sono le dieci proposte che possono aiutare a migliorare l’accoglienza dei migranti che spaziano dall’apertura di canali di ingresso regolari a nuove modalità di gestione dei flussi, da procedure di identificazione e ricollocamento più rispettose dei diritti a risposte più celeri e competenti ai richiedenti asilo, dalla realizzazione di un sistema di accoglienza unico e diffuso in tutta Italia (nel quale questa accoglienza sia un servizio sociale specifico di ogni Comune) a un serio programma di inserimento lavorativo e abitativo, da nuove forme di accoglienza e valutazione dei minori non accompagnati alla ripresa della proposta di legge per il voto amministrativo per i rifugiati.

Mons. Guerino Di Tora, Vescovo Ausiliare di Roma e Presidente della Commissione Episcopale per le Migrazioni e della Fondazione Migrantes, che ha tracciato un resoconto di quanto avverrà nelle 27.000 parrocchie italiane proprio in occasione della giornata mondiale del migrante e del rifugiato.

E’ giunto il messaggio del presidente Mattarella che si può leggere qui

 

 .

12 gennaio 2016