Ennesima tragedia nel Canale di Sicilia nel giorno della memoria

3 ottobre 2016 I° Giornata delle vittime dell’immigrazione in ricordo delle 368 persone naufragate a poche miglia di Lampedusa. 3 ottobre 2016, ancora una tragedia nel Canale di Sicilia.

Sono stati 6 mila, infatti, i migranti soccorsi nel corso della giornata in una serie di operazioni di salvataggio ad opera di Guardia Costiera, Marina e Ong. Lo riferisce la Guardia costiera spiegando che si tratta di un salvataggio tra i più consistenti in un singolo giorno. 9 le vittime, sette delle quali erano sullo stesso barcone che è affondato nel tentativo di raggiungere le coste italiane, una su un’altra imbarcazione, mentre un’altra persona, recuperata in gravi condizioni, è morta durante verso il trasporto verso la terraferma.

Ancora una volta un tragico bilancio.  Come ha denunciato l’UNHCR, proprio in occasione delle celebrazioni a Lampedusa, il 2016 rischia di diventare il più letale per i migranti nel Mediterraneo. Sono circa 3500 le persone che hanno perso la vita in mare nel corso di quest’anno, mentre coloro che sono stati messi in salvo sono oltre 300 mila.

 

 

4 ottobre 2016