Corso di formazione per i docenti “La mobilità umana: tra passato, presente e futuro”

Il Centro Astalli in collaborazione con CeFAEGI – Centro di Formazione per l’Attività Educativa dei Gesuiti d’Italia, Fondazione Magis Scalabrini International Migration Network (Regional Office Europe/Africa) promuove un corso di formazione dedicato a docenti e professori interessati a realizzare progetti didattici sul tema delle migrazioni. Un ciclo di incontri sulle migrazioni e il diritto di asilo per approfondire la storia e le cause della mobilità umana, la situazione italiana in seguito ai recenti cambiamenti normativi e i possibili scenari futuri a livello mondiale, alla luce dei cambiamenti climatici e secondo il paradigma dell’ecologia integrale.

Come sottolineato da papa Francesco nel suo messaggio di lancio del Patto Educativo Globale, la cui firma avverrà a maggio 2020: “Il mondo contemporaneo è in continua trasformazione ed è attraversato da molteplici crisi. Ogni cambiamento ha bisogno di un cammino educativo per far maturare una nuova solidarietà universale e una società più accogliente. Mai come ora, c’è bisogno di unire gli sforzi in un’ampia alleanza educativa per formare persone mature, capaci di superare frammentazioni e contrapposizioni. Un’alleanza tra gli abitanti della Terra e la ‘casa comune’, alla quale dobbiamo cura e rispetto. Un’alleanza generatrice di pace, giustizia e accoglienza tra tutti i popoli della famiglia umana nonché di dialogo tra le religioni”.

Il secondo e il terzo incontro in modalità online attraverso la piattaforma ZOOM

Il corso è un’attività del progetto CHANGE/AMIF-2017-AG-INTE-01/821630.  

Mercoledì 4 marzo 2020 – ore 15.30-18.30
Mobilità umana e giustizia globale
La mobilità umana è una caratteristica fondamentale della storia e strutturale del mondo attuale: identificarne le cause è un’operazione complessa. Oggi le migrazioni hanno assunto caratteristiche nuove che richiedono continuamente nuove soluzioni, e una riflessione più ampia, basata sul concetto di giustizia globale e di tutte le sue implicazioni: economiche, politiche, sociali, culturali ed etiche.

Relatore: Lorenzo Prencipe, presidente CSER – Centro Studi Emigrazione Roma

La diretta Facebook dell’incontro
Materiale p. Lorenzo Prencipe
Materiale “Mobilità umana e giustizia globale”

Martedì 26 maggio 2020 – ore 17.00-18.30
Rifugiati e richiedenti asilo: accoglienza e integrazione in Italia
In un tempo in cui il mondo è attraversato da una gravissima crisi sanitaria che mette in discussione stili di vita, relazioni e visione del futuro, i migranti ancora una volta pagano il prezzo più alto. La pandemia acuisce gli effetti dei decreti sicurezza, entrati in vigore alla fine del 2018: aumentano esclusione sociale e precarietà per tanti richiedenti asilo e titolari di protezione, a scapito di accoglienza e inclusione sociale. Il mondo della scuola è sollecitato oggi più che mai a rileggere la realtà con nuovi strumenti.

Relatori: Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli; Andrea Pecoraro, Protection Associate UNHCR – Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

Il video dell’incontro
Materiale ”Rifugiati e richiedenti asilo: accoglienza e integrazione in Italia”
Sintesi del Rapporto annuale 2020
Intervento di P. Camillo Ripamonti
Infografiche Rapporto annuale 2020 Alcune sottolineature
Introduzione “2019: siamo tutti sulla stessa barca”

Venerdì 29 maggio 2020 – ore 17.00-18.30
Il futuro delle migrazioni tra ambiente e cittadinanza globale
I cambiamenti climatici e le sue conseguenze sulla pace, la stabilità e la sicurezza riguardano l’interno pianeta: le Nazioni Unite considerano possibile l’esodo di 200 milioni di persone entro il 2050 per le sole cause ambientali. Nell’enciclica Laudato sì papa Francesco sottolinea che «Non ci sono due crisi separate, una ambientale e un’altra sociale, bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale. Le direttrici per la soluzione richiedono un approccio integrale per combattere la povertà, per restituire la dignità agli esclusi e nello stesso tempo per prendersi cura della natura» (n. 139). In altre parole, «non possiamo fare a meno di riconoscere che un vero approccio ecologico diventa sempre un approccio sociale, che deve integrare la giustizia nelle discussioni sull’ambiente, per ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri» (n. 49).

Relatori: Renato Colizzi, presidente MagisArnout Mertens, direttore programmi e innovazione JRS International

Il video dell’incontro
Materiale presentazione Renato Colizzi e progetto in Ciad
Materiale presentazione Arnout Mertens
Materiale “Il futuro delle migrazioni tra ambiente e cittadinanza globale”

Il corso è gratuito ed è accreditato presso il MIUR per la formazione continua dei docenti.
È richiesta la partecipazione a tutti gli incontri per ottenere il rilascio dell’attestato.

Tutti gli iscritti riceveranno il giorno prima dell’evento un’email con le istruzioni tecniche e il link a cui collegarsi nel giorno e nell’ora indicati per seguire i webinar sulla piattaforma ZOOM.

Per informazioni e iscrizioni: Associazione Centro Astalli – info@centroastalli.it – 06 69925099
(All’atto dell’iscrizione si prega di indicare i propri dati anagrafici, di residenza e la scuola di appartenenza).

Corso di formazione

7 febbraio 2020