Centro Astalli Trento

L’Associazione Centro Astalli Trento Onlus nasce nel 2005 presso la struttura di Villa Sant’Ignazio “Cassetta Bianca”, e accompagna richiedenti asilo e rifugiati in percorsi di accoglienza e inclusione sociale.

Sono numerosi i servizi e i progetti rivolti ai migranti, tra questi: assistenza legale, sociale e psicologica, formazione e orientamento al lavoro, corsi di italiano e accompagnamento all’autonomia. I

Nell’ambito dell’accoglienza, il Centro Astalli Trento gestisce alcuni appartamenti dedicati all’accoglienza straordinaria nelle valli dell’Alta Valsugana e nel territorio di Piana Rotaliana, e ed è parte del progetto Siproimi della Provincia Autonoma di Trento, realizzato in collaborazione con l’Associazione Trentina Accoglienza Stranieri (ATAS) e Cinformi. Inoltre in sinergia con il Comune di Trento, i Padri Cappuccini e alcune associazioni del territorio, porta avanti progetti di cd. “terza accoglienza”, volti ad accompagnare i migranti verso la piena autonomia abitativa. Da alcuni anni, l’Associazione realizza con la collaborazione della Provincia autonoma di Trento, della Comunità di Sant’Egidio e di Operazione Colomba, corridoi umanitari che hanno permesso di accogliere 21 rifugiati in fuga dalla guerra in Siria, tra i quali 12 minori.

Inoltre, per far fronte alle necessità dei richiedenti asilo che, in attesa di essere inseriti nel circuito dell’accoglienza, erano senza fissa dimora, nell’ultimo anno, è nato dalla collaborazione con il Comune di Trento un nuovo dormitorio, attivo tra febbraio e aprile.

Il 2019 ha segnato l’inizio di un nuovo progetto “Una comunità intera”: una proposta di accoglienza e inclusione per richiedenti asilo e rifugiati in Trentino che vede coinvolti Centro Astalli Trento, Arcidiocesi di Trento, Fondazio- ne Comunità Solidale, Cooperativa Villa Sant’Ignazio, Casa Accoglienza alla Vita Padre Angelo, ATAS Onlus e Villaggio del Fanciullo SOS di Trento. Il progetto intende consolidare l’accoglienza diffusa e arginare così l’impatto negativo che i cambiamenti normativi e i conseguenti tagli ai servizi alle persone hanno avuto sulla vita di chi viene accolto.

 

CONTATTACI

Trento – Centro Astalli
Via delle Laste 22 – 38121 Trento
Tel. 0461.1723408 – 0461.1725761

Sito web: www.centroastallitrento.it
indirizzi mail: segreteria@centroastallitrento.it

Presidente: Stefano Graiff
Vice Presidente: Mirella Maturo
Consiglio direttivo: Carlo Balestra, Lamin O. Darboe, Camilla Pontalti, P. Alberto Remondini sj, Giorgio Romagnoni
Coordinatore generale: Stefano Canestrini
operatori: 47
volontari: 64

Statistiche 2019

Nel 2019, sono stati 73 i migranti, per lo più originari della Nigeria, ospitati negli appartamenti dedicati all’accoglienza straordinaria gestiti dall’Associazione nelle valli del territorio. Nell’ambito del progetto Siproimi, sono state accolte 103 persone, per lo più uomini adulti provenienti da Nigeria, Pakistan e Iraq. È proseguita l’esperienza della ComboUniversitaria presso la struttura dei Padri Comboniani a Trento, che ha permesso a 13 richiedenti asilo e rifugiati di vivere in comunità con studenti universitari. Il progetto Una Comunità Intera ha permesso di garantire a 250 richiedenti asilo e rifugiati in Trentino un accompagnamento nel processo di integrazione.

Nel corso dell’anno 1.263 persone (260 in più dell’anno scorso) si sono rivolte allo sportello legale che ha fornito loro assistenza nel complicato iter burocratico della richiesta di asilo.

Per facilitare l’apprendimento dell’italiano sono stati realizzati dai volontari della scuola di italiano una serie di corsi di lingua, due di alfabetizzazione e uno di livello A1, frequentati da 101 persone. Nell’ambito dell’orientamento al lavoro, il Centro Astalli Trento ha garantito percorsi di integrazione attraverso il servizio di accompagnamento e orientamento alla formazione e al lavoro a cui si sono rivolte 311 persone.

91-93 CA Trento 2020

4 giugno 2013