Statistiche 2017

Accessi al SaMiFo nel 2017

Nel 2016 si sono rivolte al SaMiFo più di 2.000 persone. Rispetto al 2016, si è registrato un aumento delle visite specialistiche, in particolare per psichiatria e psicologia, dovuto a un incremento delle ore di servizio, ma anche al numero crescente di segnalazioni delle strutture di accoglienza. Si è notata una lieve flessione nel numero di visite di medicina generale, riconducibile alla riorganizzazione del circuito di accoglienza, che ha portato a una più efficace sinergia dei centri SPRAR e Cas con i medici di base.

Il nucleo principale dell’attività del SaMiFo rimane l’individuazione e riabilitazione delle vittime di violenza intenzionale e tortura, in collaborazione con il centro di ascolto e orientamento socio-legale. Sempre più si tratta di persone che hanno subito esperienze violente traumatiche non solo nei Paesi di origine, ma anche durante il viaggio e nei centri di detenzione in Libia. Sempre più dalle visite psichiatriche e medico-legali emergono racconti drammatici della prigionia.