Il Faro

Centro di accoglienza “Il Faro”

23Dal 2014 il centro Il Faro da accoglienza notturna è stato trasformato in una struttura aperta 24 ore al giorno, inserita all’interno dello SPRAR. Questo cambiamento ha favorito, durante tutto il 2015, l’attuazione di numerosi servizi definendo con maggiore efficacia il processo di integrazione e autonomia dei beneficiari.
Oggi il centro, che si trova nei locali della Fondazione Il Faro, mette a disposizione 35 posti letto e accoglie uomini adulti richiedenti asilo o già titolari di protezione internazionale o umanitaria, al fine di sostenerli nel processo di integrazione nella società italiana e di aiutarli nella riconquista della propria autonomia.
Il tempo di permanenza di ciascun ospite è notevolmente aumentato rispetto agli anni passati, arrivando fino ad una durata media di quasi nove mesi. Ciò ha permesso di organizzare i servizi in base ai bisogni di ciascun ospite.

Ogni utente viene seguito ed orientato dai membri dell’équipe nella definizione di un proprio percorso di integrazione che tenga conto delle aspirazioni ed esigenze personali, e che valorizzi le capacità e competenze professionali pregresse.
Grande attenzione viene dunque rivolta alla formazione degli ospiti, sia a quella linguistica attraverso l’indirizzamento ai corsi della scuola di italiano, sia a quella professionale attraverso l’individuazione di corsi e l’attivazione di tirocini.

Grazie all’ampliamento dell’équipe e del numero di volontari, è stato possibile seguire gli ospiti con maggiore attenzione e continuità, sostenendoli nello studio della lingua italiana e nella preparazione degli esami di terza media.

Il 2015 è stato inoltre un anno importante per consolidare i rapporti con il tessuto sociale del quartiere Monteverde grazie all’intensificazione dei rapporti con le istituzioni municipali e diverse realtà associative, in particolare con l’Associazione Roma XVI con l’Africa e il centro d’accoglienza Monteverde – Caritas.

Statistiche 2015

Presenze nel centro nel 2015 Nel 2015 il sostanziale aumento dei tempi di accoglienza ha comportato una diminuzione del numero […]