La Casa di Marco

Casa famiglia per minori

cdm

La Casa di Marco nel 2016 ha accolto 9 minori stranieri non accompagnati tra i 13 e i 17 anni quasi tutti egiziani.
Di norma la permanenza nel centro si protrae fino al compimento della maggiore età, quindi questi ingressi precoci pongono un problema di metodo: per la buona riuscita del progetto educativo ideato per ciascun minore infatti solitamente si sconsiglia la permanenza in una struttura collettiva per più di due o tre anni. Per i minori non accompagnati in molti casi l’affido familiare non è un’opzione praticabile, in quanto questi bambini solitamente hanno i loro genitori nei Paesi d’origine.

Le due psicologhe e i due educatori, che compongono l’equipe degli operatori, cercano di offrire agli ospiti un percorso che permetta loro di vivere a pieno il tempo della propria adolescenza, attraverso la scuola, lo sport, le attività con i coetanei e che, allo stesso tempo, li introduca al mondo del lavoro attraverso corsi di formazione e tirocini (soprattutto nell’ambito della ristorazione, ma anche nei settori agricolo, del giardinaggio e ortofrutticolo). Per la realizzazione di queste attività formative La Casa di Marco può contare sul contributo di giovani volontari e si avvale della collaborazione delle associazioni Progetto Nino e Fa bei sogni.

Attualmente, tra i nuovi arrivati e i ragazzi che già da tempo vivono nel centro, viene coperta una fascia di età che va dai 13 ai 17 anni. Tale divario richiede una maggior differenziazione delle attività e dei progetti educativi per ciascuno dei minori, ma allo stesso tempo crea un’atmosfera “familiare” e di responsabilizzazione dei ragazzi più grandi nei confronti di quelli più piccoli che facilita lo svolgimento delle attività quotidiane e crea relazioni positive in un contesto accogliente.

Statistiche 2016

La Casa di Marco nel 2016 ha ospitato nove minori stranieri non accompagnati, in maggioranza egiziani.

Dove siamo

Via di Villa Spada 161 – 00138 Roma

Testimonianze

Il mio viaggio Io sono Salman, ho 13 anni e vengo dalla Turchia. Per venire in Italia ho viaggiato prima […]