Sei anni di guerra in Siria. Il JRS lancia una campagna per raccontare storie di speranza

A sei anni dall’inizio del conflitto in Siria la sofferenza del popolo siriano sembra essere diventata infinita, dentro e fuori i confini del paese.

Sono 13,5 milioni i siriani bisognosi di assistenza umanitaria, per la metà bambini. Oltre 6 milioni sono gli sfollati interni; chi è riuscito a scappare si è diretto verso i paesi mediorientali limitrofi, come il Libano, la Turchia, la Giordania e l’Iraq. Molti hanno cercato rifugio in Europa, in Canada e negli Stati Uniti, ma di questi soltanto una minima percentuale è stata bene accolta.

A dispetto della brutalità di questo conflitto di cui risentono tutti i siriani, il JRS e i suoi volontari sono stati testimoni di numerose espressioni di speranza. Per questo ha deciso di lanciare la campagna “Storie di speranza nel futuro della popolazione siriana” per raccontare e far conoscere a tutti, settimana dopo settimana, storie di resilienza. Si comincia con quella del piccolo Kassem, pronto ad affrontare con coraggio le sfide poste da un nuovo mondo.

15 marzo 2017