A Roma incontro della rete territoriale del Centro Astalli. Motivazione e impegno rinnovati al fianco dei rifugiati

Sabato 4 e domenica 5 si è svolto a Roma l’annuale incontro di Rete delle realtà territoriali del Centro Astalli. Un momento di scambio importante sul lavoro del Sevizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Italia. Un confronto sulla ricchezza del cammino quotidiano al fianco dei migranti ma anche sui nodi problematici e sulle sfide che il futuro ci prospetta.
Catania, Trento, Palermo, Vicenza, Padova, Milano, Napoli, Taranto, Roma le città rappresentate che partendo dal racconto dell’attività quotidiana in favore dei migranti forzati hanno delineato un quadro complessivamente efficace della situazione dei richiedenti asilo e rifugiati in Italia, degli effetti delle politiche migratorie sulla vita delle persone e sul livello di inclusione sociale dei rifugiati nei territori e nei contesti locali in cui si opera.
L’integrazione lavorativa dei rifugiati è stata al centro dell’incontro del venerdì guidato da Tatiana Esposito, Direttore Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione, accompagnata da Stefania Congia, dirigente del dipartimento delle Politiche di integrazione sociale e lavorativa dei migranti e tutela dei minori stranieri. Le due ospiti hanno dato vita ad un confronto interessante su come le misure nazionali di sostegno all’inclusione sociale dei rifugiati trovino o meno applicazione nei diversi contesti territoriali.
La giornata del sabato ha avuto al centro dell’agenda dei lavori il racconto di un anno a servizio dei rifugiati, alla luce dei contenuti del Rapporto Astalli 2018; i progetti per le scuole e l’attività culturale in genere con un focus sulla prossima Giornata del Rifugiato (giugno 2018). I lavori si sono chiusi con una presentazione di alcuni profili della Riforma del Terzo Settore da parte di Berardino Guarino, Economo della Provincia euro mediterranea.
Per tutta la durata dei lavori è stato con noi il Superiore della Provincia P. Gianfranco Matarazzo che ha ribadito l’importanza dell’accompagnamento dei migranti per la Compagnia, anche alla luce del nuovo piano apostolico a cui si sta lavorando e del ruolo strategico della nuova Provincia (Italia, Malta, Albania, Romania) nel Mediterraneo.
La giornata del sabato si è conclusa con la celebrazione nella Chiesa di S. Andrea al Quirinale presieduta da P. Artuto Sosa, Generale della Compagnia di Gesù, in cui P. Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli ha pronunciato gli ultimi voti.

Guarda le foto

 

7 maggio 2018