Incontri

L’idea
Il progetto Incontri, è un percorso didattico della Fondazione Centro Astalli sulla conoscenza delle principali identità religiose presenti in Italia, che si rivolge alle classi delle scuole medie e superiori.

Il nostro obiettivo è quello di aiutare i giovani a superare gli stereotipi e i pregiudizi più comuni e a scoprire che ogni religione è una realtà “complessa” e variegata, che si può comprendere solo con la conoscenza delle fonti e, soprattutto, con l’incontro diretto con persone che vivono la propria fede nell’esperienza quotidiana.

Come Fondazione Astalli sentiamo particolarmente l’urgenza, in un momento in cui siamo tutti molto sollecitati sul tema dell’identità religiosa e della convivenza di fedi diverse, di dare la nostra testimonianza di dialogo interreligioso quotidiano, fatto di rispetto, curiosità, condivisione di valori e di obiettivi per la costruzione di una società più ricca e più aperta.

Un articolo di Repubblica dedicato all’esperienza di Incontri

Le attività del progetto
Gli insegnanti della classe sono in primo luogo invitati a lavorare in classe con gli studenti sui temi del progetto, utilizzando i materiali didattici che la Fondazione Astalli mette a disposizione.
La tappa successiva è l’incontro in classe , della durata minima di un’ora e mezza, a cui parteciperà un operatore della Fondazione Centro Astalli e un testimone della religione che si è scelto di approfondire. E’ un momento di incontro e di scambio, in cui i ragazzi sono solleciti a intervenire e a fare domande.

Dopo l’incontro in classe, che resta il centro del progetto, la Fondazione Astalli offre alle classi coinvolte alcune proposte di approfondimento:

Visita a un luogo di culto del territorio. È un’occasione di incontro con la comunità che frequenta quel luogo e un’opportunità di scoprire anche realtà meno note e frequentate. La raccomandiamo caldamente: incontrarsi presuppone anche essere disposti a andare verso gli altri, anche fisicamente!

Focus di approfondimento, la cui progettazione e realizzazione sarà a cura dei docenti della scuola, con il supporto della Fondazione Astalli.

Tutti gli studenti coinvolti nel progetto Incontri sono invitati a partecipare ai concorsi letterari Scriviamo a colori, riservato alle scuole medie, e La scrittura non va in esilio, per le scuole superiori, inviando in Fondazione un racconto ispirato ai temi del progetto.


I materiali del progetto

I materiali didattici che la Fondazione Astalli mette a disposizione dei docenti degli studenti sono disponibili in diversi formati:

6 schede didattiche multimediali su buddhismo, ebraismo, cristianesimo, induismo, islam, sikhismo, che trovate qui sotto. Di ciascuna scheda è disponibile una versione stampabile in formato pdf;

Consigli per libri da leggere e film da vedere sui temi del progetto;

5 focus di approfondimento;

• Sussidio Incontri sulle 6 principali religioni stampabile in formato pdf. Una copia del sussidio cartaceo, stampato a colori, sarà distribuito gratuitamente a tutti gli insegnanti coinvolti nel progetto. Se la scuola desidera acquistare altre copie per gli studenti, potrà concordare le modalità direttamente con la Fondazione.


Come aderire

Trovate tutte le informazione per aderire al progetto qui.

Hai trovato utili queste schede? Vuoi sostenere questo progetto? Fai la tua donazione secondo queste modalità, specificando come causale “Progetto Incontri”.

Per informazioni e adesioni

Fondazione Centro Astalli
Via del Collegio Romano, 1 – 00186 Roma
Tel 06 69925099
b.fraioli@fondazioneastalli.it

_DSC0731

Io sono buddhista. Ti racconto di me…

In Italia esistono almeno 60 centri buddhisti, in gran parte nelle regioni settentrionali. Tutte le grandi scuole tradizionali sono presenti: in particolare quella Theravada, quella Zen e quella Tibetana, ma comincia ad essere ben rappresentato anche il buddhismo cinese, specialmente in alcune città.

_DSC8885

Io sono cristiano. Ti racconto di me…

L’Italia è un paese di lunga e prevalente tradizione cattolica. Sono tuttavia significative e antiche le presenze di alcune chiese protestanti, in particolare quella valdese, attiva nel nostro paese fin dal 1200. Con l’immigrazione il panorama del cristianesimo italiano si è arricchito e diversificato.

Gerusalemme (18)

Io sono ebreo. Ti racconto di me…

La presenza ebraica in Italia risale almeno al 166 a.C. Noi ebrei facevamo parte di quella moltitudine di genti, di religioni, di lingue, di provenienze geografiche, che componevano la realtà cosmopolita dell’Impero romano, pur conservando gelosamente i propri costumi e le proprie tradizioni.

(13)

Io sono induista. Ti racconto di me…

Noi induisti presenti in Italia siamo circa 50mila. Per la maggior parte siamo immigrati, ma gli italiani sono almeno 15mila. Ci sono in Italia 45 centri induisti di rilievo nazionale. L’Unione Induista Italiana nel 2007 ha firmato l’intesa con la Repubblica Italiana, ai sensi dell’art. 8 della Costituzione.

Viviani

Io sono musulmano. Ti racconto di me…

L’Islam è la seconda religione del nostro Paese dopo quella cattolica. Si calcola che noi musulmani residenti in Italia siamo circa 1 milione e 250mila, molti dei quali stranieri, ma anche italiani convertiti. La presenza musulmana si fa sempre più significativa.

Cosello-Stellari

Io sono sikh. Ti racconto di me…

Le nostre comunità sikh provengono soprattutto dal Punjab indiano, vivono in Italia da più di 25 anni e contano circa 70.000 fedeli. Siamo presenti soprattutto al nord, a Mantova, Torino e in provincia di Cremona, dove sorge il secondo tempio sikh più grande d’Europa.